A Como dal 4 al 24 novembre 2017

Lighting Design Festival

Fondazione Alessandro Volta per la promozione dell’Università, della ricerca scientifica e dell’alta formazione, promuove, insieme al Comune di Como e con il patrocinio di alcuni importanti enti, la seconda edizione di 8208 Lighting Design Festival, inserito nelle iniziative Cult City: un evento dedicato all’arte contemporanea che coinvolge artisti, designer, università e professionisti internazionali con eventi speciali, workshop e panel che affrontano il tema della luce e della light art.

L'asteroide dedicato a Volta

8208

Con il nome dell’asteroide che è stato dedicato a Volta insieme a un cratere della Luna, il Lighting Design Festival attraversa Como con la magia e lo stupore della luce, con il compito ambizioso di muoversi fuori dai confini canonici dell’arte, dei musei e delle gallerie, per inserirsi nello spazio pubblico e nell’ambiente urbano.

Installazioni

Sei installazioni di light designers internazionali coinvolgono gli osservatori in una nuova visione dello spazio notturno urbano.

>

Eventi

Concerti, perfomance, spettacoli, legati al tema della luce, dell’arte e della tecnologia animeranno alcune serate del festival.

>

Workshop

Un momento di riflessione, ricerca e condivisione, con un’attenzione alla multidisciplinarietà e alla contaminazione dei linguaggi artistici e creativi.

>

Talk

Quattro panel sul rapporto tra arte e tecnologia, grazie ai quali presentare scenari di riferimento, esempi di innovazione e nuove tendenze.

>

Mostre

La luce come medium espressivo in grado di coinvolgere lo spettatore in una innovativa esperienza sensoriale, dove la realtà si presenta sotto molteplici forme in continua evoluzione.

>

Artisti

Un gran numero di light designers, musicisti e laboratori creativi, esprimono una nuova visione dell’arte attraverso l’uso della luce.

>
a real or imagined line that marks the edge or limit of something

#Boundary

Per la seconda edizione di 8208 Lighting Design Festival, si è scelta questa parola inglese per le sfumature che assume. Gli artisti chiamati a confrontarsi con questo tema attraverso il mezzo della luce, sono stati liberi di interpretarlo come meglio hanno creduto: una barriera fisica, un muro evanescente, una gabbia invisibile, una casa senza muri, sono solo alcuni dei risultati del prodotto dei lavori degli artisti internazionali selezionati per il Festival.

Le nuove connessioni

Arte e tecnologia

Nel corso degli ultimi decenni, si è sviluppato un complesso corpo di lavori nell’intersezione tra arte, scienza e tecnologia. Con la crescente accessibilità delle nuove tecnologie e lo sviluppo della cultura digitale, questa ricerca è esplosa, conquistando una numerosa massa di artisti.

L’accento sulla tecnologia vuole sottolineare il ruolo innovativo che questa svolge oggi nei confronti della creazione artistica, in un campo di espressione che sta tra il visivo, il sonoro e il corporeo.

A Como dal 4 al 24 novembre 2017

Lighting Design Festival

Fondazione Alessandro Volta per la promozione dell’Università, della ricerca scientifica e dell’alta formazione, promuove, insieme al Comune di Como e con il patrocinio di alcuni importanti enti, la seconda edizione di 8208 Lighting Design Festival, inserito nelle iniziative Cult City: un evento dedicato all’arte contemporanea che coinvolge artisti, designer, università e professionisti internazionali con eventi speciali, workshop e panel che affrontano il tema della luce e della light art.

L'asteroide dedicato a Volta

8208

Con il nome dell’asteroide che è stato dedicato a Volta insieme a un cratere della Luna, il Lighting Design Festival attraversa Como con la magia e lo stupore della luce, con il compito ambizioso di muoversi fuori dai confini canonici dell’arte, dei musei e delle gallerie, per inserirsi nello spazio pubblico e nell’ambiente urbano.

a real or imagined line that marks the edge or limit of something

#Boundary

Per la seconda edizione di 8208 Lighting Design Festival, si è scelta questa parola inglese per le sfumature che assume. Gli artisti chiamati a confrontarsi con questo tema attraverso il mezzo della luce, sono stati liberi di interpretarlo come meglio hanno creduto: una barriera fisica, un muro evanescente, una gabbia invisibile, una casa senza muri, sono solo alcuni dei risultati del prodotto dei lavori degli artisti internazionali selezionati per il Festival.

Le nuove connessioni

Arte e tecnologia

Nel corso degli ultimi decenni, si è sviluppato un complesso corpo di lavori nell’intersezione tra arte, scienza e tecnologia. Con la crescente accessibilità delle nuove tecnologie e lo sviluppo della cultura digitale, questa ricerca è esplosa, conquistando una numerosa massa di artisti.

L’accento sulla tecnologia vuole sottolineare il ruolo innovativo che questa svolge oggi nei confronti della creazione artistica, in un campo di espressione che sta tra il visivo, il sonoro e il corporeo.