Talk

Quale ruolo oggi per l'arte?

Conversazione tra Sophie Guyot (artista) e Mattia Vacca (fotogiornalista) – moderatore Alessandro Ronchi (critico d’arte e giornalista). Introducono Salvatore Amura e Marco Pepe.

Sophie Guyot, dopo una formazione in lettere all’Università di Losanna, si lancia come autodidatta nella realizzazione di arti plastiche attorno alla luce. Dal suo desiderio di circoscriverla in spazi delimitati e chiusi, trasforma questa materia rendendola prossima per lo spettatore. Che si tratti di progetti su larga scala o più piccoli, il suo lavoro si concentra sul rapporto dell’essere umano con la società e la natura.

Mattia Vacca è un fotogiornalista ed un fotografo documentarista. Il suo lavoro è pubblicato sui maggiori quotidiani e magazine italiani ed internazionali. I suoi progetti personali hanno ottenuto numerosi premi tra cui: Sony Photography Award, Royal Photographic Society Awards, Unesco Humanity Photo Awards Renaissance Prize, New York Photo Awards, Moscow Photo Awards and the International Photography Awards.

Alessandro Ronchi ha collaborato come redattore (Artribune, Exibart) e freelance con varie testate e siti web e con istituzioni scolastiche e gallerie d’arte. Si occupa di cultura visiva, cinema, musica e in generale di giornalismo culturale.

sabato 5 novembre, ore 14.30
Borgo35, via Borgo Vico 35, Como

Ingressolibero
Incontro con Fausto Gilberti

La Gioconda con i baffi e altre storie dell'arte

Fausto Gilberti, autore e artista ci presenta e legge i suoi ultimi libri che narrano e illustrano la vita e le opere di alcuni dei più grandi artisti del novecento come Jackson Pollock, Marcel Duchamp, Yves Klein, Lucio Fontana e Piero Manzoni. Artisti complessi e rivoluzionari che, secondo lui, si possono raccontare anche ai bambini. Perché l’arte contemporanea raccontata con leggerezza e guardata senza pregiudizi, può essere curiosa, poetica e, soprattutto, divertente.

in collaborazione con Artificio e La Feltrinelli

giovedì 10 novembre, ore 18.00
Chiostrino Artificio, Piazzolo Giuseppe Terragni 4, Como

durata incontro 60/90 minuti

Ingressolibero
Lecture

IL LIGHTING DESIGN NELLO SPAZIO PUBBLICO E NEI BENI CULTURALI

Un pomeriggio di lezioni di approfondimento in lingua inglese sul tema della luce relativo alla spazio pubblico e ai beni culturali con la partecipazione di professori provenienti da università internazionali.

LIGHTING EXPERIENCES FROM THE NORDICS: WELL-BEING AND DESIGN
Prof. Federico Favero, KTH Royale Institute of Technology, Stoccolma

Lighting design is a very relevant topic in the Nordics due to the extreme natural variation during the seasons. Lighting design students at KTH are immersed in an experience where body and mind are totally affected by light, from the long winter nights to the bright and never-ending summer days. In the lecture we will explore how these conditions affect imagination and trigger innovation through examples from education and research.

DYNAMIC LIGHT, THE BENEFIT OF A NOT STEADY LIGHT IN PUBLIC
Prof. Thomas Römhild, Hochschule Wismar, University of Technology, Business and Design, Berlino

Daylight is changing, indoors artifical light is different according the social needs. Lighting in the public spaces is regulary steady the whole night. If would make the light dynamic, it could be fit to the needs, which are changing during the night, rising the quality of lighting and saving energy.

LIGHT FOR CULTURAL HERITAGE: CONSERVATION, ENHANCEMENT AND STORY TELLING
Prof. Marco Frascarolo, Master in lighting design “La Sapienza”, director of lighting design lab Roma Tre University, Roma

Light can be used as a neutral mean to guarantee the most correct perception of the architecture and works of art, as in projects for Sistine Chapel and San Francis Basilica, but can also used as a dynamic mean, as in guidelines for Colosseum, in order to develop a story telling at night that can express contents invisible during the day.

mercoledì 23 novembre, ore 15.00 – 18.00
Accademia di Belle Arti Aldo Galli – IED, via Petrarca 9, Como

Ingressoeventbrite